yirgacheffegeneraldecember2017web-9

Etiopia, un viaggio alle origini del caffè

In Etiopia e non in Brasile come comunemente si pensa, si fondano le origini del caffè, si dice infatti che il termine “caffè” derivi dalla regione di Kaffa in Etiopia, dove furono scoperte le prime piante.

Un paese che affascina per il suo stretto legame con la Coffea Arabica e i paesaggi incontaminati. Un paradiso per i botanici e appassionati di caffè per le innumerevoli varietà selvatiche presenti, molte della quali riscontrabili solo in alcune regioni dell’Etiopia, tutte catalogate sotto il termine generico Heirloom.

Varietà che caratterizza il nostro micro-lotto, coltivato da Torea Village, una cooperativa di circa 500 piccoli contadini che consegnano le drupe raccolte alla stazione di lavaggio di Torea
nella regione Yirgacheffe dell’Etiopia. Aree caratterizzate da terreni argillosi scuri e molto fertili e da varietà di caffè autoctone di grande pregio.

I caffè prodotti al Torea Village, seguono come metodo di lavorazione delle drupe il così detto natural process, cioè una volta raccolto e lavato, il caffè viene steso su letti rialzati ad asciugare, per 8-15 giorni in condizioni di tempo soleggiato o 15-20 giorni quando è coperto. Questo processo, garantisce un caffè con una buona acidità ed una naturale dolcezza con sentori floreali.

Note orgalottiche valorizzate dal nostro metodo di tostatura artigianale, che garantisce uno specialty coffee armonioso ed equilibrato, tra cui spiccano note di mirtillo, fragola, cola e fiori.

Ideale per un ottimo caffè filtro da gustare con calma ma anche una piacevole sorpresa estratto in espresso.